fbpx
Comunicati Stampa

Amichevole U20: la Francia supera l’Italia 19 a 14

Tirrenia, Centro di Preparazione Olimpica – Sabato 6 gennaio

Test-Match Under20

Italia v Francia 14-19 (2-3)

Marcatori: 39′ meta Ghigo, ’39 trasf Rizzi, ’40 Desaubies, ’40 trasf Goillot, ’52 meta Rizzi, ’52 trasf Rizzi, ’68 meta Francia, ’68 trasf Goillot, ’80 meta Francia.

Italia: Biondelli, Cornelli, Mazza, Modena, Batista, Rizzi, Casilio, Fischetti, Taddia, Mancini Parri, Cannone (Cap), Canali, Ghigo, Manni, Bianchi.
– Ngeng, Nocera, Romano, Iachizzi, Koffi, Ruggeri, Bacchi, Di Marco, Coppo, Rossi.
All.

Francia: De Nardi, Tharin, Zeghdar, Labau, Velten, Desaubies, Goillot, Batangken, Zegeur, Hirigoyen, Maximin, Jourdan, Renaud, Marchand, Gros (Cap).
– Lalevee, Zouhair, Lagicula, Youyoute, Malanda, Hocquet, Delord, Tatre, Tournebize.

Arb: Rizzo Elia
AA1: Sergi Mirco, AA2: Battini Tommaso

Cartellini: –
Calciatori: Rizzi (2/2)

Cronaca: Cielo coperto a Tirrenia, dove si sono affrontate nel giorno di Befana le rappresentative Under20 di Italia e Francia. Calcio di inizio francese con l’Italia che si affida al piede dopo un punto di incontro per alleggerire la pressione. Le prime fasi del match vedono un’Italia attenta nella fase difensiva, rubando un possesso da mischia ordinata e da touche, e contenendo bene il primo attacco transalpino. All’ottavo minuto contrattacco degli azzurrini che recuperano un pallone e risalgono bene il campo alla mano: dopo un cross-kick di Rizzi per Cornelli, l’Italia conquista un calcio di punizione e si installa nei 22 mt avversari, che tuttavia ne escono chiamando un mark su calcetto a seguire degli azzurrini nei pieni 22.
Al 13′ e al 17′ l’Italia regala due calci di punizione all’altezza della metà campo ma recupera bene il pallone dalle conseguenti touche. Nei minuti successivi le squadre si affrontano a viso aperto ma in sostanziale equilibrio. Al 25′ opportunità dell’Italia che organizza un maul da touche nei 22mt avversari ma dopo alcune fasi il possesso si vanifica per un in-avanti. In chiusura della prima frazione ancora Italia in attacco e concretizza al 39′ con meta di Ghigo, trasformata da Rizzi. Un minuto più tardi, allo scadere meta francese di Desaubies, trasformata da Goillot. Ilprimo tempo si chiude sul 7 a7.
La seconda frazione si apre sotto una lieve pioggia e l’Italia che attacca in maniera costante nella metà campo avversaria. Dopo una bella azione, gli azzurrini vanno a segnare al 52′ con Rizzi, che trasforma per sè stesso. Nei minuti successivi è ancora l’Italia ad avere il pallino del match, mantenendo ampi tratti di possesso nella metà campo degli avversari che tuttavia si riportano in parità con una meta trasformata al ’68 alla prima sortita nella metà campo italiana. Dopo la segnatura, cambia l’inerzia del match, con i transalpini che prendono coraggio e si rendono pericolosi ma i locali ne escono bene difendendo in maniera organizzata e recuperando palla per risalire il campo e ristabilendo un vantaggio terrioriale importante.
Allo scadere, break della Francia che riesce a segnare al primo serio tentativo nella seconda frazione e si aggiudica il match, con un punteggio finale di 14-19.